Appassionata di musica di ricerca e arti performative sperimentali, Barbara Sansone si trasferisce a Barcellona nel 2005, dove entra a contatto con il mondo del free software, del free hardware, delle licenze copyleft e del physical computing, mentre cresce il suo interesse per l’arte non convenzionale e radicale, per la guerrilla della comunicazione, per i progetti visionari e per le azioni partecipative.

Questo percorso la porta a diventare, nel 2011, membro stabile del team di The Influencers, un festival annuale coprodotto dal CCCB (Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona), dove si occupa della produzione e delle azioni che si svolgono nello spazio pubblico.

Nel 2013, decide di realizzare il sogno che aveva da bambina: lavorare in modo etico con gli animali e impegnarsi sui temi della crescita sostenibile. Si iscrive al master in primatologia organizzato dalla Fundació Mona  e dall’Università di Girona, a seguito del quale rimane nel centro a fare volontariato durante vari mesi, per poi partire alla volta del Senegal, dove si unisce a un progetto di conservazione di scimpanzé in libertà. Al suo ritorno dall’Africa, entra a far parte del team di head keeper della Fundació Mona, dove attualmente si dedica alla cura e alla riabilitazione dei primati residenti.


MOTOElastico è uno Space Lab fondato a Seul dagli architetti Simone Carena e Marco Bruno, impegnato su progetti di architettura, interni, mostre e installazioni artistiche. Il progetto è nato a Torino dove Marco e Simone si sono conosciuti e laureati per specializzarsi in California e poi radicarsi in Corea del Sud dal 2001.

Dicono marco e Simone: “Utilizziamo l'architettura per progettare esperienze memorabili nello spazio”.
In tutti i suoi progetti @motoelastico usa l'ironia per sfidare criticamente e celebrare giocosamente i costumi e comportamenti locali; il progetto Hanok nel cuore di Samcheong-dong, per esempio, molto riconoscibile e peculiare,  è apparso su diverse riviste e programmi televisivi in Corea e all'estero. 

Molti progetti riguardano ristrutturazione di spazi privati, ma MOTOElastico ha anche sviluppato, tra gli altri, un edificio commerciale multipiano, un teatro privato e una struttura ricreativa del parco ai margini di un campus universitario coreano. Attualmente lavorano alla trasformazione di una vecchia fabbrica di mattoni italiana in un complesso multifunzionale che combina produzione industriale, strutture culturali e residenze.

Nel 2015 MOTOElastico è stato nominato Designer of the Year 2015, Designer’s Choice Award da Design House, Corea; nel 2017 l'iconico atelier MOTOElastico è diventato la sede ufficiale della prima Biennale di architettura e urbanistica di Seoul.
Le opere di MOTOElastico sono state incluse in:  Anyang Public Art Project, Museo di arte moderna e contemporanea di Seoul, Padiglione italiano alla Biennale d'arte di Venezia, Padiglione coreano alla Biennale di architettura di Venezia (Leone d'oro), Biennale d'arte di Marrakech, Biennale di architettura e Urbanistica di Seoul e Biennale Biennale di Architettura e Urbanistica di Shenzen

Regista, sceneggiatore e produttore, Carlo Zoratti lavora a progetti che vanno dall’art direction al branding al multimediale interattivo, dal documentario al videoclip, ai cortometraggi.

Nel 2013 ha realizzato The Special Need, presentato al 66 ° Festival del film di Locarno, con il quale ha vinto numerosi premi internazionali (SXSW Audience Award, DOK Leipzig Golden Dove).
Parallelamente al suo lavoro nel cinema, ha lavorato a progetti di narrazione non lineari e pezzi interattivi, come la web tv italiana Pronti al peggio, mentre da dieci anni cura anche la direzione creativa dei tour e degli spettacoli dal vivo della pop star italiana Jovanotti.
Nel 2015 ha fondato la casa di produzione Alpis - la cui mission è Investire in progetti artistici che celebrano la diversità - con cui sta attualmente lavorando alla serie di animazione Wooden Mirror e scrivendo il suo prossimo lungometraggio.

Vincenzo Guarnieri vive a Torino e si occupa di scienza cercando le strategie più efficaci per raccontarla e permettere a tutti di comprenderne la bellezza, la complessità e le criticità.

Si è laureato in chimica e ha conseguito un dottorato di ricerca in biochimica e biotecnologie cellulari lavorando all’Università di Torino e alla Rutgers University negli Stati Uniti. Fa parte del centro di ricerca IRIS - Istituto di Ricerche Interdisciplinari sulla Sostenibilità, con il quale ha approfondito la relazione tra arte, scienza e altre forme di conoscenza, e ha lavorato su tematiche legate al mondo del cibo e dell’agricoltura.

È uno dei fondatori di FRAME – Divagazioni scientifiche, gruppo di lavoro che si occupa in molteplici modi di comunicazione della scienza, dalla ricerca teorico-pratica di nuovi format all’ideazione e realizzazione di laboratori, mostre e festival scientifici, come il Food&Science Festival di Mantova.

Tra i suoi ultimi lavori ci sono le mostre scientifiche e artistiche interattive, realizzate in collaborazione con auroraMeccanica, “Human Rice” (www.humanrice.it) sul rapporto di co-evoluzione tra uomo e riso dall’invenzione dell’agricoltura a oggi, e  “Rizosfera – La vita sottoterrestre” (www.rizosfera.it) che affronta i temi della biodiversità e della fertilità del suolo concentrandosi sulle simbiosi microscopiche che interessano le radici delle piante.

Matteo Pericoli è architetto, autore, disegnatore e insegnante. Nel 1995, dopo essersi laureato al Politecnico di Milano, si trasferisce a New York dove lavora, tra gli altri, nello studio dell’architetto Richard Meier. 

Nel 2007 completa Skyline of the World, un murale di 120 metri per il terminal dell’American Airlines all’aeroporto internazionale JFK. I suoi lavori sono stati pubblicati su numerosi giornali e riviste, tra cui The New York Times, The Observer, The New Yorker, The Paris Review Daily, La Stampa e Bell’Italia. Matteo è autore di numerosi libri, pubblicati negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Italia, in Corea del Sud, in Taiwan e in Cina, tra cui Manhattan Unfurled (Random House), London Unfurled (Picador UK), Windows on the World: 50 Writers 50 Views (Penguin Press e EDT Torino) e, appena uscito, Finestre su New York: 63 visioni della Grande Mela (Il Saggiatore). Ora vive a Torino, dove nel 2010 ha fondato il Laboratorio di Architettura Letteraria, un corso nel quale l’architettura viene utilizzata come strumento per analizzare ed esplorare la narrativa.

http://matteopericoli.com/  

http://lablitarch.com/

Elena Testa è responsabile dell’Archivio Nazionale Cinema Impresa d’Ivrea, centro di conservazione, valorizzazione e diffusione del patrimonio audiovisivo prodotto dalle imprese italiane, facente parte della Fondazione Centro Sperimentale  di Cinematografia, dove sono conservate opere di Michelangelo Antonioni, Alessandro Blasetti, Paolo e Vittorio Taviani, Bernardo Bertolucci, Luciano Emmer, Dino Risi, Valentino Orsini ed Ermanno Olmi.

Esperta di cinema d’impresa e dei rapporti tra cinema e mondo del lavoro, Elena si occupa di restauro cinematografico, found footage e valorizzazione del materiale d’archivio. Da sempre lavora nell’ambito degli archivi cinematografici e inoltre ha scritto documentari, diretto cortometraggi e curato rassegne per festival e istituzioni culturali.

Ventisettenne, italo-brasiliano, si definisce amante della pizza e Hip Hop dipendente. 

Federico Bottino è però soprattutto scrittore, Multimedia Content Producer e Digital Media Strategist  per aziende, partiti politici, candidati politici e celebrities. Ha lavorato con il giovane leader democratico Paolo Furia, l'ex presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e il performer internazionale Arturo Brachetti. 

Lobbista di giorno, beat maker di notte con il nome José.b8, è tra i soci fondatori dell’Associazione Sloweb -  associazione non profit fondata per promuovere l’uso responsabile degli strumenti informatici, del web e delle applicazioni Internet  - e di Digital Ethics Forum, il primo evento con panel di conferenze e workshop, interamente dedicato all'etica nel mondo digitale.

Giaime Alonge insegna Storia del cinema all’Università di Torino.

Si occupa prevalentemente di cinema americano, del rapporto tra cinema e storia, di sceneggiatura, e di Game Studies.

Ha firmato alcune sceneggiature cinematografiche, tra cui I nostri anni (regia di Daniele Gaglianone, 2000 - presentato alla “Quinzaine des realisateurs” dell’edizione 2001 del Festival di Cannes) e Ruggine (regia di Daniele Gaglianone, 2011), e due romanzi: L’arte di uccidere un uomo (Baldini Castoldi Dalai, 2009) e Il sentimento del ferro (Fandango Libri, 2019).

Nelle parole di Alonge, le storie americane di Elsa von Freytag-Loringhoven, modella, poetessa, artista, musa di Marcel Duchamp: donna libera e combattiva che ha attraversato tutta la tempesta delle avanguardie storiche stando sempre nell’occhio del ciclone.

Divide (o forse moltiplica) la propria vita tra Torino e Roma, Maria Chiara Giorda: docente di Storia delle Religioni all’Università di RomaTre e coordinatrice di “Oltre”, il pionieristico sportello torinese informativo-orientativo gratuito sul  fine vita.

Svolge attività di riverca nell’ambito della della rete internazionale “Network on Religion & Public Institutions”, tra Berlino, Barcellona, Loanna e Parigi, che trovano preziosa ed immediata applicazione nello sportello torinese dove viene dedicata attenzione agli appartenenti ad ogni fede, cosí come agli atei, con pratiche di mediazione tra istituzioni religiose e istituzioni pubbliche e informazione e sostegno su tutti gli aspetti della delicata questione.

https://benvenutiinitalia.it/oltre/

Alessandro Durando è uno dei fondatori di Nerdo, studio creativo specializzato in progetti di animazione con sede a Torino, con oltre un decennio di attività e importanti collaborazioni e riconoscimenti internazionali, tra cui i premi Promax, Bassawards, The Motion Awards, solo per citarne alcuni.

Alla costante ricerca di nuove modalità espressive, Nerdo lavora su progetti di animazione 3D e tradizionale in 2D, motion graphics e immagine coordinata, per costruire un'identità visiva forte e altamente distintiva e una promozione basata fortemente su uno storytelling visivo originale e innovativo.

Tra i clienti di spicco, Google, Nike, Cartoon Network, RAI, Sky, Mediaset, Nickelodeon, MTV.

http://www.nerdo.tv/

more