Next Palermo speaker

Francesco Belvisi / Nuove tecnologie: un agente di emancipazione sociale

More info

May 26, 10:00am • Cre.Zi. Plus • part of a series on Commitment

“Credo che la dedizione sia molto importante per la soddisfazione personale. Non è fondamentale essere eccellenti nel proprio campo. Non sono mai stata la prima della classe e da piccola non riuscivo ad imparare l’alfabeto. Ma con la dedizione ce l’ho fatta! A B C F L Y Z !”

Laura Bagnera

Not only a picture / Intervista a Luciano Cina(@Luccico) - guest blogger per #CMgame


La musica che ascolti quando lavori

La musica gioca un ruolo chiave nello svolgimento dei miei lavori, spesso parla proprio al posto mio. Mi rilassa, rende meno rigida la mano. Scandisce il ritmo tra un tratto e l’altro. Personalmente non preferisco un genere musicale in particolare perché ascolto di tutto.

Lascio fare quindi a spotify con le loro daily mix

Come amavi giocare da piccolo?

Chiaramente con il pallone, è uno dei primi giochi utili per formare un gruppo di amici, per avvicinarsi al mondo ed esplorarlo. Ricordo ancora le ammaccature del garage del vicino e le relative urla. Per non parlare del tempo speso in bici subito dopo la scuola. Non tornavo nemmeno a casa per il pranzo perché dovevo consumare chilometri su chilometri.

Mi piaceva (e mi piace ancora) trovare delle somiglianze alle cose, alle case, agli alberi.

E da grande.. che ruolo ha secondo te il gioco?

Chiaramente non più come quello che si svolgeva da bambini perché cambia completamente il  contesto.Spesso viene visto come qualcosa di improduttivo, che distoglie l’attenzione da cose più importanti.

Resta comunque un modo per socializzare, per essere più spontanei e  per tirare fuori caratteristiche di noi perse con la crescita. Per me è il miglior amico della creatività.

Vorrei citare una frase de “Il piccolo Principe”: “Quando si gioca, si apre il cuore. Col cuore si vede e si apprendono le cose essenziali della vita” .

Per giocare è importante conoscere le regole: quanto contano per un creativo?

Secondo me le regole servono sempre in ogni contesto, indipendentemente dal contesto.Non devono essere viste come una limitazione perché rappresentano l’essenza stessa del gioco.La regola è la prova del nove delle proprie capacità.

Un tuo consiglio per allenare la creatività

Non so quanto possa essere possibile allenare la creatività con particolari metodi piuttosto che altri. Personalmente cerco di seguire sempre delle cose a me familiari e per quanto possano sembrare strani… sono comunque dei “riti”.

In primo luogo, quello trovare e ritagliarsi uno spazio della giornata tutto per sé. Nessuna distrazione, solo tanta concentrazione.

Porsi poche domande, almeno in questa fase, perché essere creativi e razionali sono due processi simili ma indipendenti tra loro.

Essere sempre curioso di conoscere cose nuove e osservare le cose che ci circondano perché confrontarsi/documentarsi non vuole dire copiare.

Infine carta-penna a volontà perché trasferire concetti, renderli semplici agli altri, è una delle cose più difficili che ci siano in assoluto.

“Tra Game e Creatività scelgo la semplicità. Un giusto compromesso tra queste due categorie che sempre più spesso interagiscono tra loro. Con la semplicità delle mie illustrazioni, invito le persone ad osservare/giocare con le cose che ci circondano… in maniera differente!”

Luciano Cina (@Luccico)

more